Come sembrare una Principessa vestendo low cost

Sapete chi è stata la mia maestra di stile? Mia madre.

E’ che lei che mi ha trasmesso l’amore per il bello, il senso estetico, la ricercatezza dei dettagli, l’eleganza, l’ordine, il metodo.

Quando ero bambina ricordo che aveva un’agenda nel cassetto dove – stagione per stagione – scriveva gli outfit da indossare ogni giorno con l’abbinamento dei relativi accessori.

Non credo di averle mai visto mettere lo stesso vestito per due volte di seguito.

Lei mi diceva che questo approccio così metodico le era utile per ricordarsi cosa aveva nell’armadio, far girare i diversi capi e soprattutto per poter essere sempre curata ed elegante in virtù del lavoro che faceva, era una Preside.

Io credo in realtà che fosse l’alibi più o meno inconsapevole per assecondare la sua passione per la moda :). Passione e amore che ha trasferito a me.

L’immagine che ho di lei è fasciata da un vestito blu di maglina, con una spilla a fiore sulla spalla destra e un paio di zeppe color tawny port (ma guarda un po’….:) è proprio uno dei colori pantone di quest’anno!). Era il 1978/79.

Bellissima. Adoravo rubarle i vestiti e i trucchi e andare in giro per casa con le sue cose.

Perché vi racconto tutto questo?

Per porre l’accento su un tema che ricorre spesso con le mie clienti quando mi contattano per l’analisi del guardaroba e per accompagnarle a fare shopping.

Anzi a essere precisa l’accento va posto su due affermazioni che spesso mi vengono poste:

  1. Non sono capace di fare gli abbinamenti. Ho l’armadio pieno di vestiti, ma alla fine mi sembra sempre di vestirmi male e mettere le stesse cose.

  2. Come posso sembrare elegante se non ho budget consistenti per permettermi abiti e accessori da favola.

Bene, a queste clienti propongo la lezione che mi ha insegnato mia madre e che considero la base di ogni consulenza: la semplicità, lo stile, il bon ton e anche una buona dose di organizzazione sono gli ingredienti vincenti per essere sempre all’altezza delle situazioni e a proprio agio.

E’ innanzitutto una predisposizione d’animo. Una questione di atteggiamento, portamento.

Mary di Danimarca

 

Se vesti firmato, ma quando parli sembri uno scaricatore di porto oppure sfoggi una capigliatura, un make up e una manicure molto vistosi o non curati (per non dire volgari), non riuscirai senz’altro a dare di te la percezione di una lady.La trasformazione da brutto anatroccolo a cigno può avvenire, ma deve innanzitutto essere un passaggio che la persona in questione sente di voler fare. Non basta ‘ripulirsi’ e indossare un Valentino per diventare una Principessa.

Kate Middleton ne è l’esempio più lampante, ma come lei altre Principesse di origini non nobili, ma che vengono considerate delle vere e proprio icone Glam, penso a Mary di Danimarca.

Torniamo alle lezioni di mia mamma.

Quando ero piccola la nostra famiglia non navigava nell’oro. I miei avevano tre figlie piccole, due stipendi da statali, un mutuo. Mia madre non poteva certamente permettersi abiti e accessori firmati. Eppure quando la vedevi vestita di tutto punto non avresti mai detto che quello che indossava era frutto di una sapiente e metodica ricerca del capo giusto per creare l’outfit perfetto. Le sue ricerche le faceva in negozietti, mercatini vintage o normalissimi mercati di quartiere. Era sempre impeccabile.

La sua era, ed è tutt’ora, un’arte; non l’arte del genio incompreso, ma quella di chi si applica e fa suo un approccio che chiunque può mettere in pratica. Ci vuole un po’ di impegno, pazienza, tanta creatività e buongusto. Elementi che in diverse percentuali ognuno di noi ha dentro di sé. Bisogna solo coltivarli.

Si può dar vita a un look da favola abbinando capi del fast fashion con accessori ricercati o comunque dando un tocco di originalità alla vostra immagine inserendo un dettaglio unico.

E così, senza spendere migliaia di Euro si può essere addirittura invidiate dalle proprie amiche e colleghe 🙂

Anche qui porto come esempi due Principesse che in alcune occasioni hanno dimostrato come l’abito non griffato nulla tolga all’eleganza, che è innanzitutto questione di portamento come dicevo.

Penso alla Principessa Victoria che ha scelto di indossare un abito H&M proprio durante un’occasione importante come un matrimonio o Letizia Ortiz di Spagna che spesso veste Zara o Mango. A onor del vero queste scelte sono in qualche modo patriottiche essendo H&M una catena di fast fashion svedese e Zara/Mango sono spagnole, ma nulla toglie al risultato finale.

Altro punto fondamentale, soprattutto per chi di natura non ha una predisposizione agli abbinamenti o semplicemente non ha voglia di pensare cosa mettere la mattina e tira fuori dall’armadio la prima cosa che capita, è l’organizzazione.

Fare il censimento di ciò che si ha nell’armadio a ogni cambio di stagione e scriversi tutti i possibili outfit che possiamo creare con i capi che possediamo è un buon inizio!

Compratevi un bel quaderno colorato, un’agenda, qualsiasi supporto cartaceo o digitale – il tablet se siete ultra tecnologiche – dove segnare tutti gli abbinamenti comprensivi di accessori (scarpe, borse, gioielli, cinture, spille, foulard).

In questo modo vi sarà più chiaro anche comprendere cosa vi manca e quali must have integrare nel vostro guardaroba.

Non lasciate nessun dettaglio al caso e scommetto sarete sempre perfette ed eleganti.

So che molte hanno una forte resistenza nell’applicare questo metodo.

E’ come quando ci si iscrive in palestra, ma poi non si va mai perché da sole ci ‘scoccia’.

Però se ci fosse un’amica…ci si spronerebbe reciprocamente.

Ecco, allora provate a fare questo lavoro con un’amica, magari quella più modaiola del gruppo che sicuramente sarà felice di aiutarvi e anzi si divertirà a darvi i suoi preziosi consigli.

Se nemmeno la presenza dell’amica vi conforta, allora non pensate di essere senza speranza altrimenti che ci stanno a fare le Consulenti di Immagine e Personal Shopper? 🙂

Battute a parte, se affidarvi a una professionista per tuffarvi tra gli scaffali del vostro armadio e riesumare vestiti di cui nemmeno ricordavate l’esistenza, vi offre una sensazione di maggiore sicurezza, allora fatevi questo regalo. Sarà uno dei migliori investimenti per rafforzare la vostra autostima e immagine.

Ma più di tutto ricordate sempre di indossare il vostro miglior sorriso.

Trasferire positività è già segno di equilibrio e sicurezza e vi fa essere molto più belle, perché i vostri lineamenti, i vostri gesti saranno più distesi e sereni.

Concludo condividendo con voi una mini guida che Harper’s Bazaar ha recentemente pubblicato per avere sempre un look favoloso. Probabilmente non si riuscirà a mettere in pratica pedissequamente tutti questi suggerimenti, ma sono senz’altro molto utili!

  1. Scegliete la vostra uniforme. In fondo potete trovare il classico little black dress, una maglia color crema e un paio di jeans scuri ovunque. Il primo segreto è avere sempre una serie di capi classici nel vostro guardaroba.
  2. Ciò che è raffinato sembra sempre più costoso.Puntate quindi su un look sofisticato, sulle linee pulite, su accessori raffinati così come su capelli e makeup curati.
  3. Studiate i basilari: investite in scarpe e borse. Se non potete permettervi l’it-bag extra lusso, puntate su una borsa minimal in pelle e indossate un paio di semplici ballerine o mocassini.
  4. Puntate sul vero: non indossate mai finta pelle. Mai. (A meno che non sia ecopelle).
  5. Il logo è out: evitate di mettere in mostra i brand. Una borsa ricoperta di loghi è tutto ciò che non dovete indossare.
  6. A seconda del meteo, tenete sempre un maglioncino a portata di mano. O meglio: indossatelo sulle spalle in pieno stile anni 80.
  7. Fate sempre il controllo qualità. Se avete intenzione di indossare qualcosa, assicuratevi sempre che sia ancora in buone condizioni. No ad ammaccature e graffi su scarpe, borse o qualsiasi altra cosa che indossate.
  8. Quando si tratta di occhiali da sole, ascoltate Jackie O: se indossate un paio di occhiali tartarugati à la Jackie Kennedy non sbaglierete mai.
  9. Stringete il punto vita.Cingere la vita con una cintura su un cappotto oversize o un classico capotto con bottoni vi farà sembrare immediatamente più sofisticate.
  10. Scegliete una manicure (molto) basica. Non usate smalti troppo eccentrici come quelli fluo né qualsiasi cosa in acrilico.
  11. Indossate denim scuro. Più scuro è il lavaggio dei vostri jeans e più elegante è il loro aspetto.
  12. Lady like. Questo stile vi farà sempre sembrare appena uscite da un ritratto della famiglia Kennedy.
  13. Il vostro profumo deve essere sofisticato tanto quanto il vostro look.
  14. Ricopritevi di gioielli.Non abbiate paura di esagerare: dalle semplici borchie in diamanti a una maxi-collana sgargiante, farete comunque la vostra figura.
  15. Ricordate la combinazione perfetta. Comprate un blazer blu. Poi un dolcevita. E poi indossateli insieme.
  16. Puntate su un must-have. Ad esempio: un paio di scarpe di un designer belga o i mocassini di Gucci.
  17. Il primo comandamento. Tre parole: CappottoColor Cammello.
  18. Indossate la taglia giusta. Un capo risulta immediatamente sbagliato se non veste nel modo corretto. State lontano da ciò che vi ingolfa così come da ciò che vi sta troppo stretto.
  19. È sempre il dettaglio a fare la differenza. Questo vale soprattutto per gli uomini: indossate sempre un fazzoletto da taschino. È un modo semplice ma efficace per cambiare completamente il vostro look.
  20. Indossate le perle. Nel dubbio, un filo di perle attorno al collo è ciò che aggiungerà sempre eleganza al vostro stile.
  21. Puntate sul total look. Che sia total white total black, questo è il modo migliore per dare questa impressione: “tutto ciò che sto indossando è chic e costa una fortuna”.
  22. Il tempismo è tutto. Un bell’orologio è l’accessorio definitivo per rendere un look sofisticato.
  23. Procedete con cautela quando si tratta di animalier. C’è una linea sottile tra un tacco leopardato e una tuta a stampa zebrata e un look disastroso.
  24. Investite sui capelli. Assicuratevi che siano sempre in ordine e ben tagliati. Se avete tempo, concedetevi una piega.